ingmel3.jpg (20404 byte)

Medioevo Latino

Bollettino bibliografico della cultura europea da Boezio a Erasmo (secoli VI - XV)


"Medioevo latino. Bollettino bibliografico della cultura europea da Boezio a Erasmo (secoli VI-XV)" è una bibliografia informativa, annuale, che dà notizia della produzione medievistica dell’anno precedente. La pubblicazione esce con periodicità regolare dal 1980, per un totale odierno di ventuno volumi (il XXI è uscito nel 2000),  il XXII uscirà a luglio 2000.

Dal punto di vista strettamente bibliografico Medioevo latino si distingue per il fatto di non fornire un semplice elenco di titoli, ma anche un riassunto orientativo del contenuto dei contributi segnalati. Esso infatti è il risultato dello spoglio sistematico, completo e diretto di libri, riviste e bollettini inerenti la latinità medievale e in genere la cultura e la storia medievale.
Tale spoglio è condotto da oltre settanta collaboratori, facenti capo a diciannove redazioni, undici italiane: Bari (V. Sivo), Bologna (G. Cremascoli), Firenze (C. Leonardi - L. Pinelli), due a Genova (F. Bertini, S. Pittaluga), due a Lecce (O. Limone, P. Viti), Milano (A.M. Fagnoni), due a Roma (R. Avesani, G. Scalia), Verona (A. De Prisco) e otto straniere: Bonn (M. Laureys), Cambridge (R. Love), Freiburg i. Br. (P.G. Schmidt), Losanna (A. Paravicini Bagliani), Marburgo (E. Könsgen), Notre Dame IN (M. Lapidge), Parigi (J. Dalarun), Santiago de Compostela (J.M. Díaz de Bustamante). A queste si aggiungono numerose collaborazioni speciali in Italia e all’estero: Y. Chartier (Ottawa), P. Chiesa (Udine), B. Clausi (Cosenza), F. Dolbeau (Parigi), M. Donnini (Perugia), P. Gatti (Trento), M. Lawo (Berlino), J.F. Meirinhos (Porto), G. Picasso (Milano), B. Roest (Groningen), T. Struve (Düsseldorf). Al termine del lavoro di spoglio, le singole redazioni inviano il materiale raccolto e organizzato su supporto elettronico presso la redazione centrale con sede a Firenze.

Attualmente la banca-dati (in crescita costante), comprensiva dei numeri I-XIX, comprende circa 180.000 records, alla cui correzione e controllo è stata destinata un’apposita redazione. Accanto al programma che permette la gestione dell’archivio principale delle schede e quelli secondari relativi ai periodici, alle biblioteche, ai manoscritti e alle parole d’ordine secondo cui è organizzato il bollettino (autori medievali, luoghi sedi di biblioteche, concili, chiese cattedrali, città, etc., nomi di studiosi moderni oggetto di riflessione storiografica), si è predisposto un programma di consultazione della banca-dati che permette l’interrogazione di tutti i campi costitutivi della voce bibliografica, dalla parola d’ordine alla casa editrice, dallo studioso autore dell’opera alla collana, degli archivi secondari e degli indici. È possibile infine ricercare termini significativi non compresi nella griglia di riferimento di "Medioevo latino" ma presenti nei titoli o nelle sintesi: si è potuto ad esempio compiere una ricerca sugli autografi medievali citati e una sul papato nel XIII secolo che non fosse limitata alla sola sezione Storia del papato, ma comprendesse anche tutti i riferimenti alla Curia, ai conclavi, ai cardinali, etc. presenti nelle altre sezioni di "Medioevo latino". Di ogni ricerca effettuata è possibile avere una stampa su carta e/o file.

Struttura
L'esperienza accumulata negli anni e la miglior conoscenza dei contenuti del materiale schedato hanno fatto sì che venissero introdotte alcune modifiche nella struttura interna del repertorio, volte a fornire una classificazione più pertinente e specialistica, al contempo, quanto mai articolata, dei vari contributi. A partire dal IX volume l'organizzazione del materiale è pertanto stata condotta entro una griglia di riferimento assai più ampia, secondo uno schema che, tenendo conto anche di alcune lievi modifiche e correzioni apportate nei volumi X e XI, risulta cosí articolato :
PARTE PRIMA: Autori e testi (dove i contributi sono ordinati sotto il lemma dell'autore medievale o del titolo dell'opera, se anonima, cui si riferiscono).
PARTE SECONDA: Fortleben degli autori classici e cristiani, come dei libri contenuti nella Bibbia (Biblia Sacra, Patres, Autori e testi).
PARTE TERZA: Argomenti, Generi Letterari, Istituzioni, articolata in una serie di sezioni e sottosezioni:
I. Discipline (Aritmetica, geometria e geografia; Arti liberali; Astronomia; Dialettica e logica - Sophismata; Filosofia e teologia - Quaestiones; Grammatica; Medicina ; Musica; Retorica; Scienze naturali e arti meccaniche)
II. Filologia e Letteratura (Filologia e storia del testo; Lessicografia; Linguistica; Poesia; Stilistica e tecniche letterarie; Storia letteraria; Versificazione e prosa ritmica)
III. Forme e generi di testi (Agiografia - Martyrologia - Passionaria - Libelli; Bestiaria, herbaria, lapidaria; Epigrafia; Epistolografia e artes dictandi; Exempla; Favolistica; Florilegia; Itinerari e viaggi; Liturgia - Antiphonaria - Benedictionalia - Breviaria - Caerimonialia - Capitularia - Collectaria - Epistolaria, Comes - Evangelistaria - Gradualia - Homeliaria- Hymnaria - Kalendaria - Kyrialia - Lectionaria - Libri officii capituli - Libri ordinarii, ordines liturgici - Missalia - Ordo Missae - Pontificalia - Processionalia - Psalteria - Ritualia - Rotuli funebres - Sacramentaria - Sequentiaria - Tonaria - Troparia - Versicularia; Orazioni e libri di preghiera - Breviaria; Predicazione - Homiliaria; Storiografia; Teatro; Trattatistica politica)
IV. Istituzioni (Biblioteche medievali; Concili e sinodi; Confraternite; Diritto canonico - Collectiones canonum et decretalium; Diritto civile - Leges; Libri fraternitatum, libri memoriales, libri vitae, necrologia, obituaria; Libri poenitentiales; Monachesimo e ordini religiosi; Regole, consuetudini e capitoli; Scuola e insegnamento - Università; Storia del papato; Storia dell'impero e dei regni; Storia delle chiese cattedrali; Storia delle città; Storia delle crociate)
V. Storia della Cultura e della Spiritualità ( Ascetica e mistica; Letteratura profetica e apocalittica; Letteratura visionaria; Movimenti ereticali; Storia della cultura e della mentalità)
VI. Storia della Medievistica - Bibliografie di studiosi.
PARTE QUARTA: Opere di Consultazione, con le sezioni: Bibliografie, Cataloghi di manoscritti, Dizionari, Elaborazione elettronica dei dati, Incipitari ed explicitari, Manuali, Repertori ed enciclopedie.
PARTE QUINTA: Congressi e Miscellanee, con le sezioni: Congressi, Miscellanee, Raccolte di lavori personali, Studi in onore.
PARTE SESTA: Manoscritti da cataloghi.
Il volume è inoltre corredato di una serie di indici: indice dei manoscritti e delle stampe, indice lessicale, indice geografico, indice degli studiosi.

Dal 1997 al 2000 è stata attivata la consultazione on line della parte "Autori e testi" dell'ultimo volume pubblicato. Nel luglio 1998 si è conclusa la preparazione per l’edizione su CD-Rom dei primi 10 volumi di "Medioevo latino" unitamente al XVII relativamente alla parte "Autori e testi". Il CD Rom è a disposizione dei ricercatori dal 1999, commercializzato dalla SISMEL-Edizioni del Galluzzo.

Nel 1998 è stata inoltre avviata la ricerca per la bibliografia retrospettiva a partire dal 1919 che, dopo una fase di preparazione si è di fatto iniziata nel 1999; si è anche concluso nel 1999 il lavoro preparatorio per un repertorio bibliografico specialistico dedicato all'agiografia.

Nel primo quadrimestre del 2000 si è continuato il lavoro di recupero della bibliografia circa gli anni 1919-1978: in questo stesso anno si prevede infine l’avanzamento dei lavori della bibliografia specialistica sul papato dei secoli XIII e XIV (a cura di A. Paravicini Bagliani), di quella sul teatro medievale (a cura di S. Pittaluga) e probabilmente la fine dei lavori per la bibliografia relativa agli studi agiografici (a cura di A. Degl'Innocenti) e alla profezia nel Medioevo (a cura di A. Vauchez), che potranno uscire nel 2001.