codex300.jpg (43950 byte)

CODEX
Inventario dei manoscritti medievali
della Toscana

 

 

Ente promotore  Regione Toscana

Direzione dei lavori  Proff. Claudio Leonardi, Stefano Zamponi

Responsabile di redazione  Gabriella Pomaro

Collaboratori  Giunia Adini, Michele Bandini, Sandro Bertelli, Simona Bianchi, Fabiana Boccini, Elisabetta Caldelli, Giuliana De Francesco, Rosa De Pierro, Francesca Sara D'Imperio, Silvia Fiaschi, Lisa Fratini, Francesca Gallori, Francesca Mazzanti, Michaelangiola Marchiaro, Enzo Mecacci, Giovanna Murano, Diletta Nardi, Martina Pantarotto, Maria Cristina Parigi, Gabriella Pomaro, Giulia Stanchina, Patrizia Stoppacci, Maria Luisa Tanganelli, Daniela Vitale.

In Redazione S.I.S.M.E.L   Francesca Ramacciotti, Isabella Pizzo (attiva).

Elaborazione immagini   Marina Milazzo, Isabella Pizzo (attiva).

Fotografie  Giovanni Marcone, Giancarlo D’Emilio, Luca Favini (attivo)  

Oggetto e scopo della ricerca Censimento ed inventariazione su base informatica dei manoscritti medievali presenti sul territorio toscano.

·         La Regione Toscana ha avviato dal 1992 la catalogazione informatizzata dei manoscritti, medievali (cioè datati o databili entro l’anno 1500) presenti sul suo territorio, avendo come fine il censimento, la tutela e la valorizzazione del patrimonio manoscritto toscano. Il progetto interessa tutte le biblioteche della Toscana, eccetto le seguenti biblioteche statali: a Firenze le biblioteche Marucelliana, Medicea Laurenziana, Nazionale Centrale, Riccardiana; a Pisa la Biblioteca Universitaria. Oltre alle biblioteche sono censite tutte le possibili sedi di conservazione: archivi statali e comunali, biblioteche e archivi capitolari, monasteri, conventi, chiese, seminari vescovili, accademie e analoghe istituzioni culturali, musei. Ove possibile sono censiti anche i manoscritti di proprietà privata.

·         Dal 1998 il coordinamento dell’attività di catalogazione e la direzione scientifica del progetto sono state affidate alla S.I.S.M.E.L, che cura sia la banca-dati sia la pubblicazione a stampa dei risultati della ricerca, nella collana Biblioteche e archivi (Sismel – Edizioni del Galluzzo).

·         Sedi già censite Il progetto, che utilizza il software CDS/ISIS con l’applicativo CODEX specificamente studiato, ha già esaurito la catalogazione delle provincie di Arezzo, Grosseto, Livorno, Massa Carrara, Pistoia e Prato; terminata, ma non completamente rivista, quella delle provincie di Lucca e Pisa, mentre Firenze e Siena sono in lavorazione.

·         L’ Archivio Il data base, costituto presso la Regione Toscana (Settore biblioteche, archivi, istituzioni culturali e catalogo dei beni culturali della Regione Toscana) e presso la S.I.S.M.E.L. (Società Internazionale per lo Studio del Medioevo Latino - Certosa del Galluzzo, Firenze), contiene al momento:
- circa 4700 record inventariali (schede descrittive dei manoscritti)
- circa 2500 record bibliografici (bibliografia relativa ai manoscritti)
- 148 schede descrittive delle sedi di conservazione censite
- i files immagine con riproduzioni di fogli significativi dei manoscritti

La Redazione CODEX (indirizzo di riferimento: codex.redazione@sismelfirenze.it) a disposizione per ulteriori informazioni; richieste precise riguardanti documenti raccolti nell’archivio andranno indirizzate a gabriella.pomaro@sismelfirenze.it oppure alla responsabile regionale, dott. Paola Ricciardi (paola.ricciardi@regione.toscana.it).

LA BANCA IN RETE  L’attuale versione in rete, quarta in ordine di tempo, offre una scheda molto più ampia delle precedenti, mancante in pratica solo di alcuni elementi relativi a testi e repertori ma completa riguardo ai dati codicologici. In particolare offre tutti i campi storici ed i dati di provenienza.
CODEX - Web, per esigenze di tutela di alcune sedi minori o private, rende pubblica solo una parte dell’archivio, cioè 2926 manoscritti per un totale di 3331 unità codicologiche conservati in 86 sedi di conservazione.
Alla versione su base informatica l'impresa affianca la pubblicazione a stampa nella serie "Biblioteche e Archivi. Manoscritti medievali della Toscana" edita da Regione Toscana e SISMEL - Edizioni del Galluzzo. Sono finora apparsi i volumi:

- I manoscritti medievali della provincia di Pistoia. A cura di Giovanna Murano, Giancarlo Savino, Stefano Zamponi, 1998 (Biblioteche e Archivi. 3)
- I manoscritti medievali della provincia di Prato. A cura di Simona Bianchi, Francesca Gallori, Giovanna Murano, Martina Pantarotto, Gabriella Pomaro, 1999 (Biblioteche e Archivi. 5)
- I manoscritti medievali delle province di Grosseto, Livorno e Massa Carrara. A cura di Sandro Bertelli, Elisabetta Caldelli, Giuliana De Francesco, Silvia Fiaschi, Gabriella Pomaro, 2002 (Biblioteche e Archivi. 10)
- I manoscritti medievali della Biblioteca Città di Arezzo. A cura di Giovanna Lazzi, Lapo Melani, Gabriella Pomaro, Paola Semoli, Patrizia Stoppacci, 2003 (Biblioteche e Archivi. 13)
- I manoscritti medievali della Provincia di Arezzo. Cortona. A cura di Elisabetta Caldelli, Francesca Gallori, Martina Pantarotto, Maria Cristina Parigi, Gabriella Pomaro, Patrizia Stoppacci. (in corso di stampa)

pulsanteMenu.jpg (1905 byte)