eginardo.jpg.jpg (46957 byte)

Bibliotheca Scriptorum Latinorum
Medii Recentiorisque Aevi
(BI.S.L.A.M.)

 

La S.I.S.M.E.L. ha lavorato a partire dal 1991, sotto la direzione di C. Leonardi e S. Cantelli, ad un Repertorium Auctorum Medii Aevi (R.A.M.A.), cioè ad un semplice elenco di tutti gli autori operanti tra il VI e il XVI secolo che hanno scritto in lingua latina. Il R.A.M.A. è lo sviluppo semplice e diretto del «Lemmario di "Medioevo latino"», realizzato in un’apposita banca-dati attraverso l’unificazione dei principali repertori di autori esistenti, degli indici dei cataloghi manoscritti, degli indici di riviste specialistiche.
Nel corso del triennio 1994-1996 sono state immesse le schede desunte da molti repertori, per un ammontare di più di 100.000 records.

Il progetto nel 1998 è stato ripensato, con modificazioni e integrazioni importanti, assumendo per le nuove caratteristiche anche un nuovo titolo, "Bibliotheca Scriptorum Latinorum Medii Recentiorisque Aevi" (BI.S.L.A.M.); diretto da C. Leonardi e da M. Donnini, è progettato in una banca-dati dove ogni record viene unificato.
I lavori hanno portato alla pubblicazione di un volume e di un CD Rom che contiene un elenco degli scrittori mediolatini presenti in "Medioevo latino" I-XXI: BISLAM. Bibliotheca scriptorum Latinorum medii recentiorisque aevi. Repertory of Medieval and Renaissance Latin Authors I Gli autori in «Medioevo latino». Authors in «Medioevo latino» cur. Roberto Gamberini, Firenze, SISMEL. Edizioni del Galluzzo 2003 pp. LII-341. A questo primo strumento seguirà un repertorio più complesso ed ampio (BI.S.LA.M. II) che sarà completato entro il 2008.

La Bibliotheca Scriptorum Latinorum Medii recentiorisque Aevi vuole essere il repertorio più completo di autori latini medievali. Essa coprirà, infatti, non solo il periodo in cui la produzione letteraria europea occidentale era esclusivamente o in misura largamente preponderante latina, ma, conformemente alle scelte operate per Medioevo Latino, si estenderà fino al primo Rinascimento, comprendendo un numero di autori considerevolmente maggiore rispetto ai repertori esistenti.
L’opera fornirà tutti gli elementi essenziali all’identificazione degli autori stessi:
a) Il nome dell’autore scelto come lemma;
b) Le varianti dei nomi attestate dai repertori (riportate nel lemma e organizzate in un esauriente sistema di rinvii).
c) Date (di nascita, di morte o di attestazione dell’attività letteraria);
d) Qualifiche e cariche ricoperte e per le quali essi sono conosciuti;
e) Bi.S.La.M. vuole inoltre essere d’aiuto nella classificazione degli autori "per argomento", indicando i principali generi della loro produzione letteraria;
f) Saranno poi indicate le traduzioni dei nomi nelle principali lingue europee (inglese, francese, tedesco, spagnolo, italiano), fornendo un modello uniforme, che gli studiosi potranno applicare nelle citazioni e le case editrici nelle formulazioni da riportare in frontespizio;
g) Con l’indicazione, infine, di tutte le fonti che hanno contribuito alla formazione del lemma, l’opera assolverà alla funzione di concordanza fra i repertori, rinviando il lettore alle opere che forniscono indicazioni biografiche, bibliografiche o filologiche.

pulsanteMenu.jpg (1905 byte)